X

E-Commerce

E-Commerce
La pagina prodotto che vende!
22 novembre 2015 at 9:17 0
Ciao, in questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie per creare una pagina prodotti che venda! Per iniziare questo percorso di miglioramento vediamo quali sono i layout più efficaci e, soprattutto, cosa deve avere la pagina prodotto perfetta! In una pagina perfetta le informazioni che ci devono essere sono la foto, il nome del prodotto, la descrizione breve e lunga, le caratteristiche tecniche del prodotto, il prezzo e il tasto aggiungi all’acquisto. La condivisione dei social non serve, distrae l’utente dall’acquisto idem per il tasto “aggiungi ai preferiti” o “aggiungi alla lista dei desideri” ! Ricordatevi che il cliente in questa pagina deve acquistare il prodotto Il titolo del prodotto è un informazione essenziale, molte volte influenza anche il posizionamento naturale del sito internet, il nome del prodotto deve essere unico nel tuo negozio! Avere 5 prodotti intitolati “maglietta rossa” è un grave errore. La call to action, detta anche pulsante “aggiungi al carrello” deve essere vicino al box delle quantità e vicino ai campi di scelta del prodotto es. nella maglietta rossa avrò la quantità e la misura da scegliere prima di ordinare.. Una delle cose che personalmente apprezzo di amazon è la scritta sotto la call to action che m dice “il tuo prodotto arriverà fra ore minuti e secondi” La foto prodotto, la foto prodotto deve essere professionale, fatta da una persona esperta! Stai pensando di affidarti ad un fotografo? Ottimo assicurati che abbia già lavorato per gli ecommerce o che sappia come si fa… una prova? Chiedigli se ha bisogno di uno sfondo particolare.. se la risposta è no useremo uno sfondo bianco o useremo un telo apposta allora sei nella direzione giusta! N.B. ricordati anche che queste foto andranno sul web quindi una larghezza massima di 1280px è più che sufficiente! La Descrizione Prodotto è l’informazione che, più del prezzo, fa la differenza. Comprereste mai una t-shirt che come unica descrizione abbia “T-Shirt colore rossa cotone” ? io sicuramente no! Cosa ci vuole quindi in una descrizione prodotto come si deve? Ecco cosa deve avere una descrizione degna di questo nome: (manteniamo sempre l’esempio della t-shirt)
  • Descrizione Visiva della maglietta
  • Vestibilità e taglie (ci sono cose da sapere per scegliere la taglia?)
  • Materiale : 100% Cotone
  • Modalità di lavaggio
Avere una descrizione del genere ti permette di essere visto come realmente attendibile! La SEO per avere un ottimo posizionamento naturale di  questo prodotto dovreste aggiungere nella pagina i microdata descrittivi del prodotto. Cosa sono? I microdata sono delle informazioni che la pagina tiene a livello di codice per dare tutte le informazione necessarie al motore di ricerca (informazioni che altrimenti il motore di ricerca dovrebbe cercarsi da solo) per farlo esiste un plugin per magento: Le Recensioni sono un componente che aggiungono credibilità al tuo prodotto quindi non devono mancare!! Mi raccomando, so che qualcuno di voi si farà fare una recensione da parenti e amici ma almeno fate oscillare le stelline da 2 a 5 stelle (i siti che hanno tutte 5 stelle sono troppo belli per essere veri) I prodotti correlati sono parte di una tecnica chiamata cross-selling vi faccio un esempio.. avete mai visto su amazon “le persone che hanno comprato questo, hanno anche comprato..” Fantastico.. se lo fa amazon probabilmente serve eh? Ottimo mi raccomando però non mostrate i prodotti della stessa categoria.. mi creano solo dubbi e confusioni… cosa metto? Metto tutti quegli accessori che rendono il mio prodotto ancor più irresistibile! Cosa mi sono dimenticato? La disponibilità del prodotto.. ci sono varie correnti di pensiero tra cui la maggiore è che vedere disponibile 2 pezzi mi fa effettuare l’acquisto più velocemente… io sinceramente ho utilizzato entrambe le soluzioni n.pezzi disponibili contro “disponibile” “non disponibile” senza notare grandi differenze a livello di conversioni. Ricordatevi solo che se un prodotto non è disponibile magari il cliente potrebbe essere interessato a restare aggiornato.. oppure potrebbe essere interessato alla data di rientro in magazzino. Ottimo adesso che hai un po’ di spunti da mettere in pratica ricordati sempre di testare tutte le modifiche che fai per mantenere sotto controllo il tasso di conversione del tuo negozio online. Buona Giornata
Continua a Leggere
E-Commerce
Qualità e packaging: due facce della stessa medaglia
12 ottobre 2015 at 8:31 0
Ciao, oggi voglio proporti un argomento che più mi affascina: il packaging. Per farlo al meglio ho chiesto un intervista a nextbrand. Nextbrand: strategy & design NextBrand è una realtà giovane e dinamica, specializzata in brand & packaging design, nata con l'obiettivo di offrire ai clienti massima efficienza operativa e flessibilità in termini di costi. L’agire dello studio è guidato da 3 ingredienti fondamentali per il successo di ogni progetto: passione, creatività e reattività. Lo studio presenta inoltre una forte sensibilità nella gestione della marca a 360° e gestisce il brand con una visione d'insieme anche in occasione di operazioni più "tattiche" a supporto del prodotto. Nonostante la giovane età dell’agenzia, annovera già in portfolio importanti nomi del mondo food e non food come Angelini (per i marchi Body Spring e Infasil), Bauli (per il brand Doria), Bennet, Bergader, Coop Italia, Cooperlat Trevalli, Ferrero, Lindt & Sprüngli, Pietro Coricelli, Salov (per il marchio Sagra) e Yes Food Italia (per i marchi Yabon e Grand Choice). Perchè è importante un packaging studiato? Il packaging di un prodotto non ha solo la funzione di contenere il prodotto, ma soprattutto di trasmettere un messaggio. La confezione è il biglietto da visita di un’azienda e come tale deve indossare l’abito più idoneo a comunicare i valori e il posizionamento dell’azienda e dei suoi prodotti. All’interno di ambienti fortemente competitivi la qualità non è più sufficiente a garantire il successo di un prodotto e a farlo emergere dalla massa. Come del resto un bel packaging non è sufficiente a vendere un prodotto. Un prodotto dovrà quindi avere reali elementi di differenziazione, che dovranno essere comunicati efficacemente “on pack”, affinché il consumatore ne possa apprezzare le caratteristiche e ritenerlo idoneo a soddisfare le proprie esigenze. La qualità e il packaging non funzionano se non lavorano assieme. In quale settore è essenziale avere un packaging efficace? In ogni settore il packaging dev’essere sempre progettato in modo efficace. Il compito del designer è innanzitutto quello di andare alla ricerca dell’anima più profonda di ciascun brand o prodotto, per plasmarla con originalità e mestiere in una nuova forma e dar vita a una nuova storia di successo, capace di instaurare una relazione intima con il consumatore. Quali sono i passaggi per creare un packaging efficace? Nella progettazione di un nuovo packaging la vera sfida consiste nella capacità di trovare il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica. Un packaging ben congegnato deve essere attraente, ma allo stesso tempo funzionale. La semplice ricerca estetica porterebbe alla realizzazione di un bell’esercizio di stile, magari appagante per chi l’ha studiato, ma che non trova un’applicazione pratica nella vita di ogni giorno. In NextBrand amiamo creare oggetti desiderabili e che invitano all’interazione: oggetti da prendere, toccare e amare. Studio delle tendenze a livello internazionale, valutazione attenta dei valori di marca e dei suoi obiettivi, ricerca tecnica e di fattibilità sono gli ingredienti per lo sviluppo di un design unico. Come si fa a capire se un packaging è stato studiato correttamente? Un pack non dev’essere solo bello da guardare, ma dev’essere anche funzionale per fare realmente la differenza. Chi non ricorda la famigerata Caffettiera del masochista? Dinanzi a oggetti non correttamente progettati il consumatore vive una sensazione d’incapacità molto forte, quando in realtà la colpa è di chi l’ha progettato, senza considerare le normali attività mentali, la cui comprensione e conoscenza è fondamentale per la progettazione di oggetti e ambienti. Qual'è il lavoro di nextbrand che reputi migliore... perchè? Ogni volta che affrontiamo un nuovo progetto, lavoriamo con l’obiettivo di creare un packaging che non solo ha un forte impatto a scaffale, ma che lascia un segno nella mente del consumatore. Forma e materiali innovativi, struttura razionale dei contenuti, copy d’impatto, qualità del visual e design grafico originale sono gli ingredienti per creare un packaging vincente. Ispirati da questi criteri, affrontiamo quotidianamente le sfide lanciate dai nostri clienti, con l’obiettivo di costruire sempre una nuova storia di successo.
Continua a Leggere
E-Commerce
Facilita i clienti con la Chat Online
7 ottobre 2015 at 21:00 0
Ciao, oggi voglio parlarti di uno strumento che aumenta la conversione in modo rilevante: la Chat online. Sicuramente ti sarà capitato di vedere su molti siti internet in un angolo la scritta “Chat Online” o “Chat Offline” che effetto ti fa sapere che per qualsiasi domanda, in modo anonimo puoi fare riferimento ad un servizio clienti tempestivo? A me come idea piace molto, la cosa che invece trovo controproducente è trovarmi la scritta “Chat Offline” il mercoledì alle 10 di mattina. Prima di farti proseguire con questo articolo voglio fare una scrematura basilare, se non sei costante nell’utilizzare uno strumento (o perlomeno tenerlo acceso) salta pure il resto dell’articolo perché questo strumento, la chat online, non fa per te. Adesso che ti ho un po’ stizzito posso dare il meglio di me per farti capire quanto questo strumento sia efficace e magari aiutarti con qualche tool ad essere più costante! Case History: Mentre gestivo  un sito internet  grazie alla chat ho aiutato una decina di clienti a portare a termine l’acquisto spiegandogli passo per passo come fare, riempire il carrello, proseguire con l’ordine, scrivere i dati personali, scegliere spedizione, scegliere il pagamento e inviare (si se conosci prestashop avrai sicuramente riconosciuto l’ordine a 5 STEP ). Il mese successivo ho realizzato una guida dove scrivevo tutti questi passaggi e l’ho agganciata ad ogni pagina prodotto. Ecco i risultati:
  1. Nel primo mese quei 10 clienti hanno effettivamente ordinato la merce per un totale di 873,41 Euro 
  2. Nel secondo mese ho incrementato le vendite del 30% rispetto al mese precedente.
Morale della favola: non tutti utilizzeranno la chat, ma quei pochi che lo faranno ti aiuteranno a migliorare il sito internet e a convertire di più Ok adesso passiamo alle cose pratiche: la chat online. Esistono migliaia di strumenti che ti permettono sia gratis che a pagamento di dare questo servizio fantastico, il più famoso è Zopim Live Chat. Bene a me sinceramente preferisco di gran lunga uno strumento chiamato tawk.to che gratuitamente ti mette a disposizione:
  • Accesso Multi Utente
  • Accesso Multi Sito
  • Gestione Statistiche visitatore (comportamento e tracking)
  • Plugin per Wordpress, Joomla, Magento, Prestashop, OpenCart, ZenCart etc. etc.
  • API per i siti custom
  • Applicazione Desktop e OSX
  • Applicazione iOS & Android
  • Gestione Multilingua e Geolocalizzazione
Insomma.. altro non mi viene in mente cercalo direttamente tu su www.tawk.to Bene come promesso adesso ti spiego un metodo infallibile per essere puntuale e costante con questo servizio e quindi ottenere grandi risultati Durante la configurazione del widget troverai la parte dedicata alla schedulazione grazie alla quale puoi inserire le fasce orarie dove preferisci essere online e, per essere certo di essere raggiungibile installati sul tuo smartphone personale l’app tawk.to. Se hai bisogno di qualche altra informazione contattami pure o commenta qui sotto Buona Giornata.
Continua a Leggere
E-Commerce
Avviare un attività con il dropshipping
3 ottobre 2015 at 9:46 0
3Ciao, oggi scrivo questo articolo per dare un opportunità di business a tante persone che hanno voglia di fare ma che incappano sempre e solo in network marketing. Si hai capito bene sto parlando male del network marketing, ora non me ne vogliano tutte le persone che ci fanno business e magari ci guadagnano anche (premetto che ho conosciuto sia persone che ci guadagnano che persone che non ci guadagnano) ma sinceramente mi sono un po’ stancato di ricevere chiamate da conoscenti che si sono appena “messi in proprio” con il network marketing. Tra l’altro il network marketing è una campagna di marketing fatta da un’azienda e i “distributori” sono le “pedine”. Un po’ come in una campagna di social media marketing sono i follower. Pensateci bene. Comunque detto un po’ quello che penso del network marketing quello su cui mi voglio realmente concentrare è un’opportunità che ritengo molto valida: il dropshipping. Per chi non lo conoscesse il dropshipping è una forma di “conto vendita” 2.0 in che modo? Vi faccio un esempio chiaro: Prendete un produttore di sedie e proponetegli di vendere le sue sedie attraverso internet, lui dirà “ok si.. ma quanto mi costa?” rispondetegli nulla, faccio tutto io, ti creo un e-commerce dove vendo i tuoi prodotti,  all’acquisto il pagamento sarà anticipato quindi io ti giro l’ordine e i soldi in anticipo e tu dal tuo magazzino spedisci o meglio prepari i prodotti per il corriere che passerà a ritirarli ( il corriere lo pago io ). A questo punto la sua domanda sarà: “ok dove sta la gabola?” oppure “si e tu dove ci guadagni” perfetto il vostro guadagno sarà su una provvigione data dalle vendite, ovvero se la sedia è sul mercato ad un prezzo di 100 euro (parlo di prezzo di mercato perché al povero produttore non potete bruciargli tutti i distributori vendendo online i prodotti al prezzo di fabbrica) probabilmente il produttore la vende a 40/50€ alla propria rete vendita, perfetto voi la venderete online al prezzo di 100 € trattenendovi una bella percentuale ad esempio il 30% di commissioni. Facendo un paio di conti al produttore vanno 70 € a voi 30€. N.B. Quando fate questo ragionamento considerate sempre che il produttore è abituato a ragionare iva esclusa e voi state ragionando a iva inclusa. Ok questo è quello che ritengo il miglior business che crea delle rendite passive (una volta creato il sistema, l’e-commerce vende e il produttore spedisce… voi amministrate tutto e basta). Perfetto adesso starete pensando, dove poter trovare produttori e come fare per creare questo e-commerce. Ottimo ti do un paio di consigli:
  1. Non cercare produttori o rivenditori che già fanno dropshipping – questo perché probabilmente i prodotti che ti faranno vendere saranno gli stessi che faranno vendere ad altri e-commerce. Quindi cerca produttori che non sappiano cosa sia il dropshipping e fai un contratto con loro di esclusiva. (ricordati che comunque si beccano delle vendite senza tirare fuori un euro…)
  2. Una volta trovato il produttore verificate se valga la pena o meno aprire un e-commerce che venda questi prodotti. Per capirlo al meglio ho scritto questo articolo che ti può aiutare: Aprire un ecommerce, quando conviene?
  3. Non ti improvvisare programmatore o esperto di vendita online. Anche se per una vita hai fatto l’agente di commercio, internet ha altre regole diverse da quelle che conosci. Affidati ad esperti almeno nell’impostazione del tuo business.
Bene spero di averti dato qualche spunto importante. Buona giornata
Continua a Leggere
E-Commerce
Aprire un ecommerce, quando conviene?
30 luglio 2015 at 10:39 0
Ciao oggi voglio parlare di un argomento fondamentale per chi sta pensando di aprire un ecommerce: come faccio a capire quando conviene aprire un ecommerce? Vi chiedo in anticipo di perdonarmi perché a tratti entrerò un po’ nel dettaglio… ma iniziamo dalle basi. Sei un imprenditore e ti hanno detto che per salvarti dalla crisi devi vendere online? Sei un produttore e vuoi creare un nuovo canale in aggiunta alla tua rete vendita? Prima di chiedere preventivi e scegliere il look del tuo sito è essenziale capire se conviene aprire un ecommerce.

Guarda il tuo futuro ecommerce come se fosse una nuova attività da aprire, non un’estensione di quella che già hai.

Detto questo, vediamo quali sono i punti essenziali per aprire un ecommerce vincente senza i quali non conviene farlo.

Affidati ad un esperto di marketing o ad un ecommerce manager

Sicuramente ti sarai detto: “Ho bisogno di un ecommerce… vado da una web agency”. Vorrei chiarire una cosa su questo punto: le web agency fanno siti internet e quello che ti fanno è un sito internet. Se questo vende oppure no non gli interessa e soprattutto non hanno le competenze per far decollare un business diverso dal loro. Affidati ad una web agency che abbia un’area interna dedicata anche alla gestione di ecommerce.

Lavora in una nicchia di Mercato

Nel web marketing tutti parlano di nicchia di mercato… ma cos’è realmente? Voglio risponderti con un semplice esempio: Se vendi scarpe, per tutti e di tutti i tipi, il tuo target di riferimento è tutto il mondo ( tranne i frati francescani e simili :-) ) in questo caso una nicchia di mercato è “Mocassini per uomo”. Ovviamente il primo target è molto più grande ma nel secondo hai molta più possibilità di essere il migliore (mantenendo comunque un target di migliaia di persone). Ma come fare a scegliere una nicchia di mercato rispetto ad un’altra? 1. Studia la concorrenza ed evita le nicchie con concorrenti troppo forti. 2. Studia le ricerche su google: la nicchia di mercato deve essere abbastanza grande da sostenere il tuo business. 3. Scegli una nicchia dove sei preparato (non ti improvvisare).

Affidati ad esperti

I più grandi ecommerce al mondo sono tali non per l’idea venuta in mente al fondatore.. ma per la qualità degli addetti ai lavori. Siamo arrivati in fondo a questo articolo, spero di essere stato chiaro e comunque se non lo sono stato resto a disposizione attraverso i commenti qui sotto o sui socials dove ti consiglio di seguirmi ;) Buona Giornata.
Continua a Leggere
E-Commerce
Vendite Online – Check list mensile
7 agosto 2014 at 11:00 0
Come promesso siamo arrivati alla fine di questo percorso dedicato alle check list per aumentare le vendite online e gestire gli ecommerce in modo semplice ed efficace; oggi infatti concludiamo con la checklist mensile dedicata alle vendite online:
  1. Pianifica i giorni importanti per le promozioni o attività di marketing (natale, pasqua, festa della mamma etc)
  2. Pianifica i post da scrivere sui social e sul blog (per tutto il mese)
  3. Analizza le vendite online del mese, prodotti più venduti, i migliori clienti e crea una previsione per il mese successivo.
  4. Aggiorna la mailing list per la newsletter
  5. Informati: Chiedi feedback sul tuo sito, controlla i prezzi della concorrenza e iscriviti alle loro mailing list
  6. Testa la velocità, rendi chiari i “call to action”, aggiorna e testa i banner promozionali.
  Ecco, adesso avete gli strumenti necessari per creare un piano mensile per gestire la vostra attività dedicata alle vendite online.   Se sei interessato ad una consulenza più approfondita sul tuo sito web ecommerce, o sei interessato ad una gestione prolungata del tuo ecommerce contattami attraverso il form di contatti, studieremo insieme una strategia vincente.
Continua a Leggere
E-Commerce
Vendere online – check list settimanale
5 agosto 2014 at 11:00 0
Settimana scorsa nel post dedicato all'ecommerce Vendere Online abbiamo visto come sia possibile gestire un ecommerce con delle piccole azioni quotidiane che, più o meno indirettamente, ci portano a fatturare di più; oggi facciamo un passo avanti e vediamo quali azioni bisogna compiere settimanalmente per gestire un ecommerce: Evadi gli ordini provenienti da altri marketplace (ebay, amazon, etc etc)
  1. Controlla lo stato delle spedizioni
  2. Gestisci i resi o i cambi merce
  3. Controlla le scorte di magazzino
  4. Occupati della contabilità
  5. Gestisci e chiedi delle referenze
  6. Testa il tuo sito dall’acquisto al reso, dai filtri dei prodotti alla funzione ricerca
  7. Testa tutti i link così da essere sicuro di non avere pagine con errore 404
  8. Prova il sito con diversi browser (anche quelli un po’ vecchiotti) e su titti i dispositivi (cellulari, tablet anche di marche differenti tra loro)
  9. Analizza le vendite della settimana e gestisci le campagne di marketing.
Ovviamente il giorno in cui eseguirete questa check list ricordatevi di fare anche quella giornaliera.
Continua a Leggere
E-Commerce
Vendere Online facile se sei organizzato!
29 luglio 2014 at 11:00 0
Nell’ultimo anno ho assistito ad un incremento di persone che vogliono lanciarsi nel commercio e per farlo scelgono l’e-commerce per vendere online perché, rispetto ad un negozio normale, si spende meno, è meno impegnativo, “guadagni anche mentre dormi etc etc. Sicuramente se parliamo di investimento monetario un negozio online richiede meno impegno di un negozio normale, ma vorrei porvi l’attenzione su quei piccoli dettagli che non tutti si aspettano prima di lanciarsi in questa attività. Il mio obiettivo in questo post è quello di dare una chiara visione di cosa comporta avere un negozio online a livello di costi e di impegni temporali così da creare un vero e proprio planning lavorativo ottimo per chi deve scegliere se intraprendere questa attività e, soprattutto, per ch i ha già un e-commerce ma non è soddisfatto dei propri risultati. Prima di iniziare però voglio darvi due spunti che secondo me se applicati fanno la differenza per vendere online in modo efficiente. La cosa principale di un ecommerce è la fiducia che questo ispira ai visitatori, soprattutto a quelli che vengono a trovarvi per la prima volta, per fare questo è necessario far capire al visitatore che il negozio online è in costante miglioramento o comunque in costante manutenzione. Quindi come primo passo sii presente sul tuo sito internet, fai modifiche (anche piccole) aggiorna foto o descrizioni, rispondi ai commenti che hai verso i tuoi prodotti, scrivi un blog sull’argomento e mantienilo attivo. Non servono ore e ore a fare modifiche… bastano veramente 10 minuti al giorno. Il secondo spunto riguarda i social network: condividete, rispondete ai vostri clienti attraverso i social non serve molto basta pubblicare 1 o 2 post alla settimana (anche cose divertenti che non c'entrano niente... ad esempio vedi questo post della barilla" e rispondere ai commenti o alle opinioni o alle richieste di aiuto dei vostri clienti giornalmente. Insomma mi sono dilungato un po’.. voglio concludere con una semplice lista di cose da fare giornalmente per mantenere vivo e produttivo il vostro ecommerce:
  1. Leggi le notizie relative al settore del tuo negozio (tieniti aggiornato) e cerca e leggi anche notizie sul tuo negozio online.
  2. Spedisci gli ordini arrivati (mi sembra ovvio ma va considerata nell’organizzazione della propria giornata)
  3. Servizio clienti, fai un turno di un paio di ore con il telefono, e leggi e rispondi alle mail dei tuoi clienti (tutto il giorno… io lo faccio anche la sera) puoi prendere degli spunti anche da questo altro mio post sul servizio clienti
  4. Partecipa sui social media (pubblica post tuoi, di altri del settore, rispondi ai commenti)
  5. Migliora il tuo sito internet, segnati gli spunti di miglioramento o eventuali problemi con il sito da dire al tecnico programmatore.
5 passi che ritengo necessari… presto vedremo anche la check list con le operazioni settimanali e mensili e arrivare poi ad un’organizzazione vera e propria da poter inserire sul nostro calendario.
Continua a Leggere
E-Commerce
E-commerce e il servizio Clienti
15 luglio 2014 at 22:05 0
Un argomento fondamentale da trattare quando si parla di e-commerce è il servizio Clienti. Personalmente come e-commerce manager ho sperimentato un po’ di tutto ed oggi voglio porvi la soluzione che per me ha dato più risultati. Prima di iniziare vorrei farvi notare quanto sia efficace, in termine di vendite, avere un servizio clienti efficiente. Nell’era dove va di moda acquistare online e restare in contatto attraverso i social network, un grandissimo errore è pensare che la gente abbia smesso di parlare con le persone intorno a se senza considerare che ha semplicemente cambiato il modo di farlo, vi faccio un esempio: Pensate a 10 - 20 anni fa quando era comune andare a fare la spesa all’alimentare del paese o a comprare abbigliamento nel negozio preferito, una volta li capitava di scambiare due chiacchiere su come stesse andando la giornata o le novità del paese... Questo oggi non è affatto cambiato e quelle attività “sociali” tra cliente e commerciante adesso avvengono tramite i social network. È vero che non ci sarà più il rapporto con “Mario il cassiere della coop di paese” è anche vero che l’87% delle persone che hanno messo ‘mi piace’ su facebook alla pagina di un negozio online fanno attenzione agli aggiornamenti che il venditore pubblica. Quindi ecco il mio personale metodo per fornire il servizio clienti:
  1. Servizio Clienti Telefonico. Risultati alla mano sui miei ecommerce, dopo aver attivato in bella vista il numero di telefono ho fatturato il 40% in più... Secondo me è il miglior metodo per svolgere questa atttività grazie alla fiducia che inspira ai visitatori. Sinceramente non serve essere operativi e reperibili 24h al giorno e 7 giorni alla settimana... io lo tengo operativo dalle 9 alle 12 e dal lunedì al venerdì (ovviamente l'ho scritto a fianco del numero di telefono). Un consiglio spassionato che vi do è questo: acquistate un numero di telefono apposito per questa funzione, accendetelo solo nelle fasce orarie prestabilite (se riuscite impostate la segreteria telefonica ) ; non affidatevi a servizi VOIP gratuiti io l’ho provato e mentre a me diceva “Servizio attivo, sei online” ai miei visitatori dava “numero non attivo” il 90% delle volte…
  2. Presenza Giornaliera sui social media Altra caratteristica del servizio clienti perfetto è la presenza sui social media, che oltre a mantenere un marketing molto efficiente, ti permette di rispondere ai tuoi clienti e di ricevere feedback su eventuali miglioramenti da fare. Inoltre pubblicate anche qualche post o notizia ogni tanto (ne bastano anche due a settimana).
  3. Servizi gestiti internamente per il tracciamento delle spedizioni. Do per scontata la possibilità di tracciare le spedizioni un ottimo spunto di miglioramento sarebbe quello di integrare il tracking delle spedizioni nel proprio sito così che il cliente che ha acquistato da poco di restare in contatto con il negozio, le offerte e i nuovi prodotti.
 
Continua a Leggere